27.8 C
Palma Campania
sabato, Giugno 19, 2021

Home Cronaca UN LIQUIDATORE PALMESE PER RILANCIARE LA SUPERSTRADA

UN LIQUIDATORE PALMESE PER RILANCIARE LA SUPERSTRADA

Il commercialista palmese Giovanni Nunziata Rega è stato nominato per contemperare gli interessi dei soci e sbloccare l’annoso iter delle opere

Finisce in liquidazione la “Vallo di Lauro Sviluppo SpA”, la società incaricata di realizzare la grande opera pubblica della superstrada di collegamento tra i centri del Vallo di Lauro e il casello autostradale di Palma Campania.
Un epilogo dovuto alla mancata approvazione degli ultimi Bilanci.

I tre Comuni costituenti la maggioranza relativa, ossia Pago del Vallo di Lauro, Moschiano e Quindici hanno, con detta legittima richiesta, voluto porre fine ad una situazione che si protraeva già da diversi esercizi, determinata soprattutto dal sequestro dei cantieri ad opera della magistratura per illeciti “imputabili” a ditte subappaltatrici della zona, che hanno bloccato i lavori per circa 5 anni e ci sono voluti, poi, quasi altri due anni per sanificare il sito.

I Sindaci dei tre Comuni rappresentati dall’avvocato Antonio Mercogliano, sindaco di Pago, pur di veder realizzata un’opera importantissima per tutto il “Vallo di Lauro”, hanno voluto porre fine in maniera definitiva alle quisquilie intercorse tra la “società”, o meglio una parte dei soci costituenti una “maggioranza relativa” e il “committente”, ossia la Regione Campania.
Pertanto, nell’ultima Assemblea dei Soci, hanno nominato il dottor Giovanni Nunziata Rega, commercialista palmese, liquidatore della società.

Detto professionista avrà l’onere di “contemperare gli interessi della società e dei soci con l’esigenza di vedere sbloccate a distanza di anni le opere per la realizzazione dell’importante arteria stradale” e, a tal fine, ha ricevuto i più ampi poteri dall’Assemblea nella gestione delle sorti della Convenzione ancora in essere con la Direzione Generale della Mobilità della Regione Campania.

LA STORIA

Quindici anni di attesa e appena il 30% dei lavori programmati che è stato portato a termine. La famigerata superstrada che collegherà in futuro i centri del Vallo di Lauro con il casello di Palma Campania sulla A30 ‘Caserta-Salerno’ sono un cantiere aperto da tre lustri.
Non si ha traccia delle uscite lungo il percorso programmato, un asse a scorrimento veloce che nelle intenzioni dei suoi fautori permetterà un rapido collegamento tra centri urbani che potranno servirsene per immettersi rapidamente in autostrada.

Tra indagini e sequestri giudiziari, opere a rilento, espropri difficoltosi e decadimento delle società responsabili del progetto, ad oggi della superstrada esiste soltanto una base di rilevato tra la località del ‘Ponte dello Svizzero’ ed il reticolato stradale nei pressi della vasca ‘Ciccarelli’, pochi chilometri di lavori che hanno superato lungaggini burocratiche ed intoppi di carattere tecnico, fino a restare oggi un cantiere abbandonato al proprio destino.

Solo un mese fa, dopo un anno di attesa, gli operai si sono rimessi all’opera: è stato riaperto il cantiere, ma soltanto per provvedere alla rimozione dei rifiuti, che nel frattempo si sono ammassati, e per effettuare la recinzione e delimitazione dell’intera area interessata dall’intervento.

- Advertisment -

POPOLARI

C’era una volta il Festivalbar

C'era una volta il Festivalbar

Nola, al Comune va in scena il recital Acquarello de ‘La Festa dei Folli’

Nola, al Comune va in scena il recital Acquarello de 'La Festa dei Folli'

FATTI ROSSONERI: Adios Fidel Voglino, Uno di Noi

FATTI ROSSONERI: Adios Fidel Voglino, Uno di Noi

Parole parole parole: CULTURA

Parole parole parole: CULTURA