32.5 C
Palma Campania
lunedì, Giugno 21, 2021

Home Politica Strutture sportive a Palma Campania: parla il delegato Nello Gemito

Strutture sportive a Palma Campania: parla il delegato Nello Gemito

Lo stadio ‘Comunale’, le ambizioni della Palmese, la nuova realtà sportiva locale rappresentata dalla squadra futsal e l’esigenza di garantire un adeguato supporto ad ogni realtà attraverso la messa a disposizione di strutture che siano all’altezza dei successi dei sodalizi cittadini.

Il consigliere comunale Nello Gemito, delegato allo Sport del Comune di Palma Campania, fa il punto della situazione, partendo proprio dal più importante nodo da sciogliere, ossia, l’impianto di via Querce: «Ci sono due se – spiega Gemito – che bisogna superare per poter parlare in maniera concreta della questione. Il primo, è un cavillo burocratico che contiamo di sciogliere nel prossimo Consiglio Comunale, dal quale dipende la possibilità di richiedere quei fondi necessari per intervenire. Una volta risolto questo, arriviamo al secondo se, relativo alla possibilità che la nostra richiesta vada a buon fine. Sono fiducioso…».

Facendo nostra la sua fiducia, proviamo a ragionare come se i due se fossero due sì. Quali le priorità per il ‘Comunale’ di via delle Querce?

«Innanzitutto il manto erboso. Abbiamo intenzione di sostituire l’erba naturale con il sintetico. Poi, in base al progetto che abbiamo già realizzato, interverremo anche sulle tribune, con lavori di ammodernamento che le rendano interamente fruibili».

La Palmese non nasconde ambizioni di promozione, la tifoseria sogna la serie D, Palma Campania saprà, eventualmente, ospitare partite di una così importante categoria?

«L’auspicio è quello. Stiamo ragionando sulla stagione 2020/21 ed è ancora troppo prematuro fare questo tipo di previsione. Di certo, l’amministrazione comunale farà tutto il necessario per assicurare la permanenza della Palmese nella sua casa, sia in caso di Eccellenza, sia nell’ipotesi che noi tutti ci auguriamo, di salto di categoria. Quello che posso promettere adesso è che ogni sforzo sarà fatto per evitare che la nostra amata squadra sia costretta ad emigrare altrove per disputare le proprie gare interne. Considerando la rilevanza che storicamente ha sempre avuto il fattore campo a Palma Campania, sarebbe un danno enorme che, soprattutto in caso di Serie D, faremo l’impossibile per evitare. Ma ripeto, è troppo presto per addentrarsi in questi discorsi. Inoltre, non dimentichiamo l’altra realtà calcistica locale, la R.U.S. Vico, alla quale vanno i miei complimenti per la vittoria del campionato e l’approdo in Prima Categoria. Anche a loro abbiamo assicurato, il massimo impegno, nei limiti del possibile, per un adeguato sostegno in vista della prossima stagione».

Passiamo allora all’altro impianto cittadino, quello di via Ugo Di Fazio, pare che si stia muovendo qualcosa finalmente…

«Si, una questione che ho preso particolarmente a cuore. Mi sono adoperato perché questa struttura, abbandonata al proprio destino, potesse in qualche modo essere rivalutata. Da qui la mia idea di emettere un bando pubblico per una manifestazione d’interesse, in seguito alla quale la Soccer Dream ne ha ottenuto la gestione. Provvederà ad un sostanziale ammodernamento che porterà ad una vera e propria rinascita di un impianto che sembrava ineluttabilmente morente e che invece vedrà di nuovo la luce a partire da settembre. Di questo va dato atto al responsabile della Soccer Dream, Antonio Peluso, ragazzo attivo ed appassionato, grazie al quale, una struttura comunale ormai decaduta, potrà rivivere senza costi per il comune, che anzi riceverà anche un canone annuale. E non è finita qui…».

Prego…

«Di questa situazione beneficerà anche la società di Futsal Città di Palma che potrà usufruire del vecchio campo della Soccer Dream, quando avverrà il trasferimento nella struttura di via Ugo De Fazio».

Già, la società Città di Palma, ha anticipato la prossima domanda…

«Non ci siamo dimenticati di loro, siamo orgogliosi di quanto stanno facendo questi giovani ragazzi alla guida di un sodalizio che sta già regalando dei risultati lusinghieri. In attesa di altri bandi e di ulteriori fondi, abbiamo dato anche a loro una sistemazione migliore».

Infine via Macello, anche lì potrebbe sorgere qualcosa?

«L’idea è quella di una palestra coperta, all’interno di una struttura che però dovrà essere polivalente. Anche questo però, è legato allo sblocco di fondi che sono connessi a bandi a cui noi sicuramente parteciperemo. Ciò, ovviamente, non vuol dire che riusciremo ad ottenerli, ma di una cosa i cittadini palmesi possono essere certi: ad ogni bando dal quale sarà possibile ottenere fondi utili al completamento di opere, l’amministrazione comunale sarà presente e, dove riusciremo ad ottenerli, porteremo a termine gli obiettivi prefissati. Ripeto perché sia chiaro: partecipare a bandi non vuol dire automaticamente ottenere dei fondi, ma essere costantemente presenti ci consentirà di aumentare sensibilmente la possibilità che ciò accada».

- Advertisment -

POPOLARI

A Pompei una Festa della Musica senza confini

A Pompei una Festa della Musica senza confini

Palma Campania, cane abbandonato e ingabbiato: salvato dai Carabinieri

Palma Campania, cane abbandonato e ingabbiato: salvato dai Carabinieri

Pompei, l’alba del solstizio d’estate al Parco Archeologico

Pompei, l'alba del solstizio d'estate al Parco Archeologico

C’era una volta il Festivalbar

C'era una volta il Festivalbar