28.2 C
Palma Campania
lunedì, Giugno 21, 2021

Home Comunicati Stampa Nola celebra i cento anni di Raffaele Cantalupo

Nola celebra i cento anni di Raffaele Cantalupo

Nel corso di questa estate, il sindaco di Nola, Gaetano Minieri, ha consegnato a Raffaele Cantalupo, in occasione dei suoi cento anni, una targa ricordo, esprimendo gli auguri più sinceri da parte dell’Amministrazione Comunale per il felice traguardo del secolo della vita. Un altro centenario si è aggiunto alla lista delle persone longeve della città, un uomo semplice, nel mondo del fare, il commento del sindaco Minieri, nella cui esistenza è racchiusa la forza di preservare la memoria, nonché l’identità della nolanità.

Raffaele Cantalupo è nato a Nola il 17 luglio 1920. Combattente della guerra 1940-1943, ha preso parte a numerose missioni ed è stato naufrago e ferito due volte, ottenendo il distintivo d’Onore dei feriti di guerra e due Croci al Merito di Guerra. Fondatore e consigliere della sezione combattenti e reduci di Nola, dal 1946 al 1958, ha ricoperto dal 1949 al 1971 la carica di Presidente del consiglio direttivo della sezione di Nola dell’associazione nazionale mutilati e invalidi di guerra.

All’interno della stessa A.N.M.I.G. gli sono stati assegnati importanti incarichi a livello regionale e nazionale. È stato consigliere comunale dal 1956 al 1970 e dal 1974 al 1985, assumendo a più riprese le funzioni di vicesindaco e gli uffici assessoriale alla p.i. dal 1965 al 1967, alle finanze dal 1968 al 1960, ed ancora alla p.i. dl 1978 al 1980.

L’incarico al quale è rimasto maggiormente legato per i risultati raggiunti e per la eco che questi hanno avuto tra la popolazione è stato la Presidenza dell’E.C.A. e l’ospedale dal 1957 al 1960.

In questo periodo ha creato le basi per la edificazione del nuovo e moderno ospedale, del quale dal 1973 al 1976 è stato membro del consiglio di amministrazione e poi nel 1977 Presidente.

Quando per il volgere degli anni ha interrotto l’attività politica, ha impegnato il tempo libero ricomponendo con pennello e tavolozza quelle immagini che nel corso degli anni gli occhi avevano filtrato ed il cuore aveva fissato.

Il 27 dicembre 2003 è stato insignito dell’Onorificenza di Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

- Advertisment -

POPOLARI

A Pompei una Festa della Musica senza confini

A Pompei una Festa della Musica senza confini

Palma Campania, cane abbandonato e ingabbiato: salvato dai Carabinieri

Palma Campania, cane abbandonato e ingabbiato: salvato dai Carabinieri

Pompei, l’alba del solstizio d’estate al Parco Archeologico

Pompei, l'alba del solstizio d'estate al Parco Archeologico

C’era una volta il Festivalbar

C'era una volta il Festivalbar