27.8 C
Palma Campania
sabato, Giugno 19, 2021

Home Sport Napoli, il 4-2-3-1 è più di un'idea per stupire in questa stagione

Napoli, il 4-2-3-1 è più di un’idea per stupire in questa stagione

Si conclude con un’altra vittoria il ritiro del Napoli a Castel di Sangro. Gli uomini di Gattuso, privo dei tanti nazionali impegnati in giro per l’Europa per la Nations League, hanno superato allo stadio Patini il Teramo, compagine di serie C, col risultato di 4-0. Un test decisamente più probante rispetto alla prima uscita stagionale, considerando anche le tantissime assenze. Ancora protagonista Osimhen, autore di un’altra tripletta, di Lozano il gol (molto bello) del momentaneo 2-0.

Ovviamente, anche se di caratura superiore rispetto a Castel di Sangro e l’Aquila, la compagine abruzzese non può rappresentare un banco di prova attendibile. Gattuso ha insistito sul 4-2-3-1, ma anche in questa circostanza, le tante assenze hanno imposto questa soluzione. Il tecnico calabrese aveva a disposizione il solo Demme a centrocampo, affiancato da Gaetano, davanti ai quali hanno agito Politano, Younes e Lozano, a sostegno di Osimhen. Solo panchina per Manolas, subentrato a Luperto nella ripresa. Malcuit, Koulibaly e Ghoulam hanno completato la linea dei quattro. Ospina tra i pali.

Il test, come detto, va preso con le dovute pinze. Pur falcidiato dalle assenze, il Napoli ha imperversato senza eccessive difficoltà, gestendo a proprio piacimento il match. Il nuovo modulo provato da Gattuso sta dando segnali positivi, ma restano le perplessità, legate alle caratteristiche tecniche dei calciatori azzurri che, al cospetto di avversari ben più dotati tecnicamente ed agguerriti.

Il ritiro si conclude qui, ora è il tempo delle riflessioni e delle scelte in vista della prima di campionato. Poco più di due settimane nelle quali, probabilmente, si dovrà fare i conti anche con il mercato. I prossimi giorni potrebbero essere caldissimi. Potrebbe sbloccarsi qualche operazione in uscita (Koulibaly, Milik) che scatenerà l’effetto domino dai cui Gattuso dovrebbe ottenere i rinforzi necessari a puntellare un organico inevitabilmente depauperato.

Al tecnico il compito, tutt’altro che agevole, di gestire quel che resta di una preparazione già di per sé brevissima, in vista del campionato, in sintonia con le mosse della dirigenza sul mercato. I tempi sono strettissimi, sia per l’allenatore, sia per la società, ma tant’è…

- Advertisment -

POPOLARI

C’era una volta il Festivalbar

C'era una volta il Festivalbar

Nola, al Comune va in scena il recital Acquarello de ‘La Festa dei Folli’

Nola, al Comune va in scena il recital Acquarello de 'La Festa dei Folli'

FATTI ROSSONERI: Adios Fidel Voglino, Uno di Noi

FATTI ROSSONERI: Adios Fidel Voglino, Uno di Noi

Parole parole parole: CULTURA

Parole parole parole: CULTURA