28.2 C
Palma Campania
lunedì, Giugno 21, 2021

Home Attualità Scuola, la riapertura è come un terno al Lotto

Scuola, la riapertura è come un terno al Lotto

A Palma Campania, il sindaco Nello Donnarumma critica il Governo nazionale: "Un incredibile caos gestito in maniera pessima"

Nove, Quattordici, Venti e Ventiquattro: sembra di giocare al Lotto allorquando si parla di Scuola sul nostro territorio. Tra Governo nazionale e Regione Campania, la sorte dell’istruzione è tuttora appesa ad un filo ed è così che qualcuno ha simpaticamente etichettato il ritorno in classe come un vero e proprio colpo di fortuna. Proprio come quello che si ottiene giocando i numeri della Smorfia napoletana.

Nove come il mese di settembre, nono mese dell’anno, che per l’interpretazione della Smorfia sta per ‘a Figliata, ossia la figliolanza. Proprio i figli, che tornano a scuola, sono il primo pensiero delle famiglie.

Quattordici come il giorno di settembre nel quale il Governo Nazionale ha tuttora stabilito che si inizi l’anno scolastico 2020/2021, ma occhio al significato del Lotto, che a Napoli sta per ‘o Mbriaco, l’ubriaco. Una data ‘mbriacata’, quindi, che non si sa se sarà o meno quella giusta. Più no che sì.

Venti è questo strano quanto difficile 2020, che la Smorfia partenopea indica come ‘a Festa, la festa. Sarà, ma quest’anno c’è davvero poco da festeggiare, causa soprattutto il Covid che imperversa minaccioso su tutti.

Infine, il Ventiquattro, giorno di settembre nel quale molti auspicano che la scuola inizi, dopo la tornata elettorale di Referendum, Regionali e Comunali, che nel Lotto sta per ‘e Guardie, le guardie, oltre che indicare ‘a Viggilia, cioè la vigilia di Natale. Guardie come sinonimo di ‘ritorno in sicurezza’.

Intanto, a Palma Campania, ad alzare la voce sulla questione è stato direttamente il sindaco Nello Donnarumma, che attraverso il suo canale social ha affermato: “Non abbiamo una data ma abbiamo la certezza che le scuole non riapriranno prima delle elezioni regionali. Un incredibile caos gestito in maniera pessima. Noi siamo pronti e abbiamo rispettato tutte le prescrizioni arrivateci dal governo centrale. Attendiamo di sapere quando i nostri figli potranno tornare tra i banchi di scuola”.

- Advertisment -

POPOLARI

A Pompei una Festa della Musica senza confini

A Pompei una Festa della Musica senza confini

Palma Campania, cane abbandonato e ingabbiato: salvato dai Carabinieri

Palma Campania, cane abbandonato e ingabbiato: salvato dai Carabinieri

Pompei, l’alba del solstizio d’estate al Parco Archeologico

Pompei, l'alba del solstizio d'estate al Parco Archeologico

C’era una volta il Festivalbar

C'era una volta il Festivalbar