32.5 C
Palma Campania
lunedì, Giugno 21, 2021

Home Sport Napoli 6 bellissimo, Genoa annichilito

Napoli 6 bellissimo, Genoa annichilito

Un Napoli straripante demolisce con un tennistico 6-0 il Genoa di Maran, al termine di una gara in cui la squadra di Gattuso riesce a sprigionare tutta la sua potenza offensiva, senza però intaccare quella solidità difensiva già emersa a Parma nella prima giornata.

Il tecnico azzurro, dopo il cambio di passo effettuato in corso di gara che ha consentito di battere gli emiliani, conferma il 4-2-3-1, o 4-2-4, come preferite, iper offensivo, disintegrando l’avversario sotto ogni punto di vista e concedendogli un’unica, ancorché clamorosa occasione, sciupata incredibilmente da Lerager.

Certo, va sottolineato come il risultato fosse ancora di 1-0, e che si era nel primo tempo, la partita avrebbe potuto cambiare, ma con i se e con i ma non si fa la storia e nemmeno analisi sensate.

Il Napoli ha dominato in lungo e in largo e anche quando l’infortunio di Insigne, unico vero neo della serata (la prima impressione non lascia molte speranze in vista della grande sfida di domenica prossima a Torino con la Juventus), ha costretto Gattuso a rivedere qualcosa nel suo scacchiere tattico, l’inserimento di Elmas si è rivelato positivo.

Il macedone è entrato bene in partita, trovando persino la rete, e ciò ha consentito al Napoli di non patire l’uscita del capitano.

Sugli scudi Hirving Lozano. Il messicano, già autore di un’ottima prova a Parma, si è regalato una doppietta, dimostrando di essere un calciatore completamente trasformato rispetto all’anno scorso e di meritare la fiducia che Gattuso gli sta concedendo.

A lui il merito di aver sbloccato subito il risultato grazie a un movimento alla Callejon, proprio l’uomo che ha il difficile compito di non far rimpiangere, ma più in generale, si è vista una volontà ed un’applicazione che ha consentito a tutta la squadra di mantenere l’equilibrio necessario per sostenere un modulo così spregiudicato.

Il Napoli, dopo aver chiuso il primo tempo sull’1-0, ha poi dilagato nella ripresa. Un gran gol di Zielinski ha stroncato sul nascere le velleità di rimonta del Genoa che da quel momento è letteralmente uscito dal match.

Gli avanti azzurri entravano nell’area avversaria come una lama nel burro ed anche i gol sono inevitabilmente fioccati. Dopo il polacco, sono andati a segno Mertens, Lozano, Elmas e Politano, anch’egli appena entrato, a testimonianza di un gruppo sempre sul pezzo, nel quale ogni giocatore si fa trovare pronto quando viene chiamato in causa.

Non ha invece trovato il bersaglio Victor Osimhen. Il nigeriano è stato però costantemente presente in tutte le azioni offensive del Napoli, partecipando attivamente alla manovra e rappresentando per i compagni un prezioso riferimento, oltre che un pericolo per la difesa avversaria.

I gol arriveranno, per il momento l’apporto del grande colpo del mercato azzurro può essere considerato più che soddisfacente…

- Advertisment -

POPOLARI

A Pompei una Festa della Musica senza confini

A Pompei una Festa della Musica senza confini

Palma Campania, cane abbandonato e ingabbiato: salvato dai Carabinieri

Palma Campania, cane abbandonato e ingabbiato: salvato dai Carabinieri

Pompei, l’alba del solstizio d’estate al Parco Archeologico

Pompei, l'alba del solstizio d'estate al Parco Archeologico

C’era una volta il Festivalbar

C'era una volta il Festivalbar