32.5 C
Palma Campania
lunedì, Giugno 21, 2021

Home In primo piano Senato, Vincenzo Carbone difende il suo seggio dall'attacco di Lotito

Senato, Vincenzo Carbone difende il suo seggio dall’attacco di Lotito

Sono giorni di fibrillante attesa per il senatore Vincenzo Carbone, ex sindaco di Palma Campania. Eletto nel 2018 con Forza Italia, Carbone vede ‘minacciato’ il suo seggio al Senato della Repubblica da parte di Claudio Lotito (patron della Lazio), anch’egli candidato all’epoca con il partito di Silvio Berlusconi e rimasto fuori da palazzo Madama per uno scarto di voti, alla luce della sentenza pronunciata dalla Corte di Appello di Napoli.

Lotito, fin da allora, presentò ricorso e l’altro giorno la Giunta del Senato ha votato per la sua riammissione e la conseguente esclusione di Carbone, che nel frattempo è passato nelle file di Italia Viva di Matteo Renzi.

“Sono fiducioso che questa votazione venga ribaltata dal voto dei parlamentari in Senato. – dice Carbone – La Corte di Appello di Napoli, nel 2018, ha seguito la norma alla lettera e lo stesso criterio è stato utilizzato dalla Giunta per le altre elezioni. Se Lotito vince questo ricorso, vuol dire che si mette in discussione la metà dei candidati che si trovano al Senato. Lo ripeto: rimango fiducioso, perché ho la legge dalla mia parte”.

Ed anche Italia Viva ha fatto sentire il suo appoggio a Carbone, che nell’ultimo week-end ha tenuto un incontro con Renzi e con gli altri candidati delle Regionali, eletti a palazzo Santa Lucia.

Questa la nota ufficiale del partito a favore di Carbone: “La decisione della Camera di Consiglio della Giunta delle Elezioni di proporre all’Aula di annullare l’elezione del senatore Vincenzo Carbone, in seguito al ricorso presentato da Claudio Lotito, rappresenta un pericolosissimo precedente per tutti i casi di verifica dei poteri in corso al Senato”.

I senatori del Gruppo di Italia Viva aggiungono: “Lo stravolgimento del criterio dell’attribuzione dei seggi votato dalla Giunta potrebbe sovvertire per un numero rilevante di seggi, a metà della legislatura in corso, la stessa composizione dell’Aula. Non possiamo non ricordare, inoltre, che il congegnoso meccanismo interpretativo del ricorrente è stato avallato senza una istruttoria esaustiva e affidabile, poiché si è acclarato che diverse schede valide non sono più recuperabili, essendo andate distrutte. È una decisione inaccettabile – concludono – Siamo certi che l’Aula ribalterà un voto che reputiamo gravissimo e poco trasparente”.

Nei prossimi giorni, presumibilmente la settimana che segue l’attuale, il Senato voterà per decretare la permanenza di Carbone o caldeggiare l’ascesa di Lotito.

- Advertisment -

POPOLARI

A Pompei una Festa della Musica senza confini

A Pompei una Festa della Musica senza confini

Palma Campania, cane abbandonato e ingabbiato: salvato dai Carabinieri

Palma Campania, cane abbandonato e ingabbiato: salvato dai Carabinieri

Pompei, l’alba del solstizio d’estate al Parco Archeologico

Pompei, l'alba del solstizio d'estate al Parco Archeologico

C’era una volta il Festivalbar

C'era una volta il Festivalbar