20 C
Palma Campania
giovedì, Giugno 17, 2021

Home In primo piano Carbonara di Nola, la 'De Curtis' esulta a Reggio Calabria: premiate in...

Carbonara di Nola, la ‘De Curtis’ esulta a Reggio Calabria: premiate in videoconferenza le poesie degli alunni della Primaria

Le classi IVª e Vª della scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “Antonio De Curtis”, Plesso Carbonara di Nola, conquistano un plebiscito di consensi al Concorso Nazionale di Reggio Calabria “In Memoria di Olga: la vita oltre”.

La commissione giudicante ha esaminato 250 elaborati pervenuti da 50 scuole di tutta Italia, che hanno partecipato alla XIII edizione della kermesse. La premiazione si è svolta in videoconferenza, cui ha partecipato anche il sindaco di Reggio Calabria, dottor Giuseppe Falcomatà. Sono state quindi lette le motivazioni che hanno determinato la scelta dei vincitori.

La motivazione del 3° premio del plesso di via Rainone di Carbonara di Nola è stata la seguente: “Tutti gli Scritti si ispirano al Cielo Brillante Puro e Lontano, diverso dalla Terra buia e dolente. Il Cielo è protettivo e vive illuminato dalle Stelle ed in modo particolare da una speciale Olga. Olga non deve avere paura anche se le è stata negata la Vita. In compagnia delle stelle è serena e gioiosa e ci diffonde Speranza ed il tutto correlato dai Segni”.

Orgoglioso ed entusiasta il dirigente scolastico Francesco Furino della ‘De Curtis’, che ha così espresso la sua soddisfazione: «La Scuola, anche se sta attraversando un periodo molto difficile, non può estraniarsi da queste occasioni di crescita per i nostri alunni. Ci siamo riproposti, anche quest’anno, per dare una possibilità ai ragazzi di uscire dal recinto scolastico e di confrontarsi con il mondo esterno. Tutti si sono impegnati ed è giusto che abbiano ottenuto un riscontro sotto forma di premio e che sia anche da stimolo per gli impegni futuri”.

Varie le poesie che sono state lette in videoconferenza e i complimenti sono stati fatti per tutti gli elaborati, nessuno escluso, dei ragazzi di IV e V della ‘Antonio De Curtis’, plesso Carbonara di Nola. Eccone i testi:

Olga

non sei da sola

nell’immenso cielo notturno

non sei abbandonata.

Sei la stella più bella,

brilli di luce pura e illumini i cuori.

Non meritavi ciò che

 la vita ti ha riservato.

Ma tu, dolce e splendente

doni luce a tutti

in compagnia della luce

e delle altre stelle.

Non sei condannata alla solitudine

In questo immenso cielo

Ma illumini e splendi per chi ancora

spera alzando gli occhi.

Sei il nostro faro

Sei il nostro porto sicuro

Sei la luce dei tuoi nonni

Guidaci

——————————————————–

Di te so…

Di te so che sei andata via troppo presto.

Di te so che quello che è successo non è giusto…

Di te so che chi ti ha mandato via, avrebbe dovuto volerti bene.

De te so anche che ti piacevano i fiori, i colori e i profumi del Natale.

Di te so che proprio durante il Natale, nonostante fossi piccolo,

non lasciasti Gesù senza il calore di una coperta.

Di te so che ridevi spensierata con i tuoi genitori

Di te so che eri piccola e indifesa

Di te so che hai lasciato un vuoto nella vita di chi è sopravvissuto

Di te so che forse lei ritroverà la pace

Di te so che il cielo è magnifico di notte

Di te so che tu sei la stella più bella

Di te so che resterai sempre nei cuori delle persone che ti hanno amato.

——————————————————–

A te che brilli in cielo come una stella,

fragile come la carta,

forte come una roccia.

Vaghi fra le stelle,

cercando qualcuno con cui giocare,

scherzare e parlare.

Trovi l’Orsa Maggiore

Dove sul grande carro ti fa accomodare

E tra le costellazioni ti fa viaggiare.

Nella costellazione di Orione

d’inverno trovi un gran librone

dove trovi la storia

di un uomo ucciso… non per la gloria.

D’improvviso viene l’inverno

E le Pleiadi e le ladi ti amano di amore materno.

E nel piccolo carro

Ti portano in un luogo bizzarro.

Pero poi, tutto questo ti fa stancare

E quindi ritorni a riposare.

——————————————————–

A volte il cielo mi sembra un disegno

Realizzato con tanto impegno.

Durante la giornata cambia spesso colore

e a volte si adatta al mio umore.

Quando ho fame e il cielo chissà qua è azzurro

le nuvole sembrano fatte di burro,

ma quando sono triste

l’azzurro non esiste.

Tutto intorno a me diventa più scuro

e quel cielo grigio mi fa pensare al futuro.

Mi chiedo chissà cosa ci succederà

e quante cose belle la vita ancora ci darà.

Le cose brutte purtroppo però esistono,

ma con il tempo forse spariscono.

Non so se sbaglio nel pensare,

ma mi piace immaginare

che quando tutto ci sembra finito,

l’anima raggiunge il cielo infinito

e in quella distesa di blu piena di stelle

mi auguro che possano accadere solo cose belle.

——————————————————–

Il cielo è tutto blu

e io ti guardo da quassù,

cara nonna sono diversa,

qui sono felice, ma senza di te mi sento persa.

Vorrei tanto riabbracciarti,

stringerti a me e consolarti.

Nell’attesa di incontrarti

Prego per te e per tutti gli altri.

——————————————————–

In una notte uggiosa

Intravedo una luce luminosa

Piccola e graziosa.

Tra tuoni e fulmini

Eri lì, tutta sola,

avvolta in una notte tempestosa.

Dal mio balcone ti osservano tristemente,

quella piccola stella innocente.

Un balordo ti ha strappato alla vita

E tu sei rimasta assopita

Ora dal tuo cielo stellato

Io ti ricerco ammirato

Guardaci da lassù

E perdonaci sempre di più.

Noi essere imperfetti

Che siamo davvero dei poveretti.

- Advertisment -

POPOLARI

Palma Campania è Covid Free

Palma Campania è Covid Free

Carbonara di Nola, Francesca Buonagura trionfa al concorso nazionale ‘Change Yourself’

Carbonara di Nola, Francesca Buonagura trionfa al concorso nazionale 'Change Yourself'

Palma Campania, il 23 giugno inaugurazione del Parco Urbano

Palma Campania, il 23 giugno inaugurazione del Parco Urbano

Auto senza assicurazione e revisione: pioggia di multe a Palma Campania

Auto senza assicurazione e revisione: pioggia di multe a Palma Campania